Camillo Olivetti: alle radici di un sogno

Camillo Olivetti: alle radici di un sogno
15 Aprile 2022 redazione

SPETTACOLO
7 maggio | 17.00-18.40
Teatro Zandonai

di Laura Curino e Gabriele Vacis

con Laura Curino

regia di Gabriele Vacis

a cura di Comune Rovereto

Olivetti è la storia di Camillo, il pioniere, l’inventore, l’anticonformista capriccioso e geniale che fonda, agli inizi del Novecento, la prima fabbrica italiana di macchine per scrivere.

Con l’aiuto di biografie, interviste, testi letterari (indispensabile è stata l’arguta descrizione che di lui fa Natalia Ginzburg in Lessico Familiare) ne sono stati ricostruiti la vita, le figure che gli ruotano attorno, l’ambiente e le imprese.

Le voci narranti sono due personaggi fondamentali della storia di Olivetti: la madre, Elvira Sacerdoti, e la moglie, Luisa Revel. Due donne –  provenienti entrambe da una cultura di minoranza (ebrea la prima, valdese la seconda) – protagoniste silenziose della formazione e della realizzazione del sogno olivettiano. 

Il racconto epico di un’avventura, e in quanto tale avvincente, pieno di colpi di scena, di prove da superare, di lotte, di amori, di eroi. La cosa più straordinaria: è tutto vero.

 

La partecipazione all’evento è libera e gratuita fino a esaurimento posti.

Non occorre iscriversi

 

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*