LA SCUOLA DI TUTTI

PROGRAMMA EDUCA SPECIAL EDITION

 

WEBINAR

LA SCUOLA DI TUTTI

21.00 – 22.30

Con Franco Lorenzoni, Chiara Saraceno
Modera Viviana Sbardella
In collaborazione con Federazione trentina della Cooperazione

Per lunghi mesi scuole e servizi educativi basati sulla presenza fisica e la socializzazione sono divenuti per bambini e ragazzi spazi lontani, inaccessibili nella forma tradizionale, e se da un lato questo ne ha evidenziato la funzione culturale e sociale, dall’altro ha reso inservibili molti metodi di insegnamento e strumenti consolidati, aumentando, se non generando ex novo, nuove diseguaglianze sociali. Per evitare che questa esperienza traumatica si trasformi in una lezione perduta, occorre valutarla criticamente, non per giudicare ma per costruire insieme l’educazione del futuro.

Evento trasmesso in diretta sulla pagina Facebook @Educa e sul canale YouTube EDUCA il festival dell’educazione

BIOGRAFIE RELATORI

Franco Lorenzoni
Maestro elementare, ha fondato nel 1980 e coordina, insieme a Roberta Passoni, la Casa-laboratorio di Cenci, un luogo di ricerca educativa ed artistica che si occupa di tematiche ecologiche, interculturali e di integrazione. Attivo nel Movimento di Cooperazione Educativa, ha pubblicato numerosi libri, tra i quali I bambini pensano grande. Cronaca di una avventura pedagogica. Collabora alle riviste Internazionale, Cooperazione Educativa, Gli Asini, La Vita Scolastica.

Chiara Saraceno
Sociologa italiana. Laureata in filosofia, ha insegnato Sociologia della famiglia all’Università degli Studi di Torino, è stata direttrice del dipartimento di Scienze sociali, del Centro interdipartimentale di studi e ricerche delle donne, nonché membro della Commissione italiana di indagine sulla povertà e l’emarginazione. Dalla fine degli anni Duemila è professore di ricerca al Wissenschaftszentrum für Sozialforschung di Berlino e si occupa di tematiche legate a cambiamento sociale e sviluppo demografico.

Viviana Sbardella
Attualmente Sovrintende scolastica della Provincia Autonoma di Trento con incarico di fornire supporto per le funzioni relative alla didattica e all’innovazione; membro di diritto del Consiglio del sistema educativo provinciale e del Comitato tecnico-scientifico di IPRASE. È stata Dirigente scolastica in Lombardia e in Trentino dopo aver insegnato lingue per diversi anni.