PROGRAMMA 2017: SPETTACOLI, LABORATORI E GIOCHI

PROGRAMMA 2017: SPETTACOLI, LABORATORI E GIOCHI

Letture animate, performance teatrali, giochi da tutto il mondo e per tutte le età, laboratori creativi ed artistici, divertenti sfide matematiche. E ancora ludobus e attività sportive.  Fin dalla prima edizione il festival ha accolto e usato linguaggi diversi offrendo accanto agli spazi di approfondimento e riflessione anche quelli per la sperimentazione e il gioco, da fare da soli o in gruppo, con gli amici o la famiglia.  Quest’anno per la prima volta propone anche lo spazio “natura e gusto” con le fattorie didattiche e i loro animali e i prodotti bio da gustare insieme agli attori dell’Economia solidale.

Mettersi in viaggio come su una nuvola muovendo il corpo a tempo di musica o su una roulotte sociale curiosa; creare una scultura sospesa e colorata utilizzando materiali semplici come fil di ferro e rame, colle e cartoncini; disegnare con l’insalata, foglie e fiori e altri prodotti naturali e di recupero con la tecnica dello stamping&textures, tratteggiare le proprie sagome lasciandosi ispirare dal pittore e writer Keith Haring. E ancora diventare piccoli chef utilizzando con fantasia quello che c’è in frigo;  scoprire e sperimentare il Taumatropio, lo strano strumento dal nome greco antico, o giocare con i Cartamondi (prodotti artigianali con illustrazioni originali). Sono solo alcune delle proposte animative del festival EDUCA che si svolgerà a Rovereto dal 7 al 9 aprile. Decine e decine di laboratori e giochi per bambini e ragazzi di tutte le età, da fare da soli, con i coetanei o con la famiglia. Le attività si svolgeranno in Corso Bettini, ma anche nei giardini e nei palazzi storici della zona e saranno curati da organizzazioni locali e nazionali.

Nel Corso saranno allestite anche le librerie “per l’infanzia” e “dell’autore”; nella prima, oltre a una selezione di albi illustrati e narrativa per bambini e ragazzi da sfogliare e acquistare, si terranno laboratori didattici, letture animate e filastrocche musicate; la seconda sarà invece il posto giusto dove approfondire i temi del festival grazie ad un’ampia e accurata scelta di pubblicazioni degli ospiti della VIII edizione. Ci saranno poi anche la mostra “Autori di Immagine” a Palazzo Istruzione dove saranno esposte le opere vincitrici del concorso promosso dall”omonima associazione nazionale in collaborazione con EDUCA e dedicata a creativi e illustratori e le visite guidate curate dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto in occasione del festival alla mostra “Io, robotto. Automi da compagnia” allestita a Palazzo Alberti Poja che ripercorre personaggi e curiosità della robotica da intrattenimento.

SPETTACOLI

Moltissimi gli appuntamenti con la musica, il teatro e l’arte. Spazio al teatro fin dalla prima giornata dedicata alle scuole: grazie al sostengo di Cooperazione Trentina e Casse Rurali Trentine, il festival proporrà, infatti,due spettacoli per bambini e ragazzi delle compagnie del Teatro dell’Argine di Bologna e Drammatico vegetale di Ravenna Teatro. Nei giorni successivi altri eventi artistici, tra i quali quelli musicali: sabato 8 aprile alle 20.30 il concerto di Niccolò Agliardi e l’incontro con il cast della serie Braccialetti Rossi  e nel pomeriggio di domenica “Passaggi Sonori” con la Rovereto Wind Orchestra e Civica e la Filarmonica di Lugano dirette da Maestri Andrea Loss e Franco Cesarini con un repertorio che spazierà musicalmente fra diversi luoghi e culture.

LE NOVITÀ

La natura e il cibo sono temi cui il festival ha dedicato sempre grande attenzione. Per la prima volta però sarà possibile non solo parlarne, ma anche toccare, sperimentare e gustare. Grazie al Comune di Rovereto in collaborazione con l’Associazione Donne in Campo Trentino domenica 9 aprile nei giardini Perlasca bambini e ragazzi con i loro genitori potranno vedere e toccare pecore, galline, oche indiane e oche mute, conigli e infine asinelli sui quali potranno anche salire. Il verde cittadino del parco diventerà così spazio per la scoperta degli animali e dei mestieri di montagna, portati avanti  con passione, senso dell’ospitalità e capacità di raccontarli ai più giovani, da una nuova generazione di donne contadine. Per i più golosi sarà possibile acquistare prodotti da gustare a casa. Chi vorrà fermarsi a pranzare o fare una merenda all’insegna del gusto potrà farlo, sempre all’interno dei giardini, scegliendo tra i diversi menu realizzati con prodotti biologici, ecosostenibili, etici e buoni proposti da alcuni attori dell’Economia Solidale Trentina, produttori sostenitori di una modalità economica basata sulle relazioni tra i soggetti, su un’equa ripartizione delle risorse, sul rispetto e la tutela dell’ambiente. All’interno del Parco ci saranno anche attività didattiche curate dei Custodi Forestali del Comune di Rovereto.

 

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*