LIBERTA E REGOLE

PROGRAMMA

Gli economisti Tito Boeri e Stefano Zamagni, il sociologo Franco Garelli, gli scrittori Claudia De Lillo e Matteo Bussola; il gastronauta Davide Paolini, i giornalisti Piero Sansonetti e Enzo Romeo; Sabrina Bono capogabinetto del MIUR e la resistente curda Ezel Alcu. E ancora il cast della serie TV Braccialetti Rossi. Questi sono alcuni degli ospiti del festival della VIII educazione sul tema “PASSAGGI”. In tre giorni più di 130 esperti di discipline diverse rifletteranno sui profondi cambiamenti – sociali, economici culturali, tecnologici, e professionali – che attraversano la società provando a suggerire nuovi approcci e metodologie educativi per costruire il futuro.

VENERDI' 7 APRILE

Campagna culturale e premiazione
L’EDUCAZIONE MI STA A CUORE!
12.30 | Giardino del MART
A cura di Comitato promotore di Educa

Tutti insieme, con il cuore simbolo dell’iniziativa, per dire l’educazione ci sta a cuore ed è un diritto di tutti che va realizzato anche attraverso la solidarietà come testimoniano Maria Rita Pitoni, dirigente scolastico di Amatrice e Ugo Rossi, presidente della Provincia autonoma di Trento.
Nei giardini anche i cuori e le opere (disegni, fotografie, sculture, racconti, cortometraggi) realizzate da bambini, ragazzi e giovani che hanno partecipato all’omonimo concorso per le scuole. A consegnare i premi per le scuole trentine i rappresentanti delle Casse Rurali Trentine e per il premio nazionale quelli dell’Azienda per il Turismo di Rovereto e della Vallagarina che insieme ai musei locali hanno sostenuto il progetto.

Chi non può essere fisicamente a Rovereto può aderire alla campagna culturale stampando il cuore simbolo dell’iniziativa, colorarlo, trasformarlo e poi attaccarlo alla finestra, appenderlo al parco, in giardino, per strada. Ma sopratutto fotografarlo e postarlo sulla pagina Facebook della campagna e su Twitter #leducazionemistacuore

in caso di pioggia all’Auditorium Melotti


Dialogo
LETTERA AD UNA PROFESSORESSA CINQUANT’ANNI DOPO
17.00 – 18.00 | Aula 5 – IPRASE
Centro Formazione Professionale “Sandro Pertini” (Trento); Anno unico dell’Istituto “Padre Monti” (Saronno); Scuola popolare “I care” della Fondazione Sicomoro (Milano Gratosoglio e Lodi); “Io Valgo”, scuola lasalliana della seconda opportunità della cooperativa sociale “Occhi Aperti” (Scampia Napoli)
Dialogano con Agostino Burberi
Modera Piergiorgio Reggio
A cura di Fondazione Franco Demarchi

I ragazzi delle scuole di seconda opportunità presentano la loro “Lettera ad una professoressa” ai ragazzi – ora uomini – di Barbiana che scrissero la loro insieme a Don Milani 50 anni fa. Il loro testo insieme alla lettera al Ministro dell’Istruzione scritta dai loro insegnanti ed educatori sono lo spunto per discutere sul diritto all’apprendimento oggi.


Incontro con l’autore
EDUCARE BELLEZZA E VERITA’
17.00 | Sala Convegni – Palazzo Fedrigotti
Marco Dallari, Sara Dell’Antonio, Gianfranco Maraniello, Stefano Moriggi
A cura di Università degli Studi di Trento

Bellezza e verità possono essere obiettivi educativi? Portare il bello e il vero in educazione non significa insegnare ciò che è bello e ciò che è vero, ma fornire strumenti per la co-costruzione di esempi e repertori di verità e bellezza, scoprendo come spesso le due idee convivano o addirittura coincidano. Significa allenare e valorizzare la curiosità per la conoscenza e la sensibilità emozionale.


Dialogo
PASSAGGI: LA CHIESA CHE APRE ALLE DONNE
18.00 – 19.30 |Palazzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto
Enzo Romeo
Testimonianza di Maria Ignazia Angelini
Modera Corona Perer
A cura del Comune di Rovereto

Partendo dalle figure femminili fondamentali nella vita di Papa Francesco e dalla testimonianza di una madre Badessa che dal silenzio claustrale del suo monastero farà sentire la sua visione, si prova capire che ruolo hanno oggi le donne nella Chiesa. Ci si chiede se tra i passaggi culturali che la società sta vivendo ci sia o ci possa essere anche quello da una Chiesa degli uomini ad una delle donne. E ancora come l’universo femminile possa oggi aprirsi alla Chiesa Universale.  Se e come sia possibile una militanza al femminile “dentro” la Chiesa.


Aperitivo con gli autori
COSTRUIRE FUTURO: LE IDEE DEI GIOVANI
18.00 – 19.30 | Bar Tentazioni, Via Mercerie 34
Maria Vittoria Barrella, Alessandra Benacchio, Giacomo Gardumi, Stefano Laffi, Gianluigi Rosa, Paolo Trentini
Introduce Luciano Malfer
A cura di Agenzia per la Famiglia e Fondazione Franco Demarchi

Chi sono i giovani? Bamboccioni, fragili, incapaci…queste sono spesso le parole quando a rispondere sono gli adulti, anche quelli con responsabilità istituzionali ed educative. Definizioni che assolvono chi parla (e decide), ma mettono in trappola i giovani. C’è però anche chi – nella politica, in famiglia, nei contesti formativi e sociali – prova ad uscire dalla retorica e si apre all’ascolto delle loro narrazioni dalle quali emergono impegno per realizzare i propri sogni, capacità di affrontare i fallimenti, pensieri e pratiche che possono alimentare in modo nuovo il discorso pubblico.


Incontro con l’autore
IL CIBO CHE CI NUTRE, IL CIBO CHE CI MANGIA
18.30 – 19.30 | Aula Magna – Palazzo Istruzione
Andrea Segrè
Dialoga con Enrico Franco
A cura del Comitato promotore di EDUCA

Il cibo ci nutre o ci mangia? Mangiamo per vivere o viviamo per mangiare? Si mangia e basta, anzi quanto basta: il giusto. Dentro questo atto – così naturale perché mangiando soddisfiamo un bisogno primario, essenziale, ineludibile per vivere – c’è una riflessione e poi un’azione che è al tempo stesso agricola, economica, ecologica, etica, politica. Denominatore comune a quest’atto multiplo dovrebbe essere la giustizia. Perché oggi, più che di narrazioni, c’è bisogno di visioni e azioni equilibrate”.


lectio
IL GRANDE MISMATCH
20.30 | Teatro Rosmini
Tito Boeri
Introduce Remo Job
A cura del Comitato promotore di EDUCA in collaborazione con Festival dell’Economia

Uno dei grandi problemi del nostro paese è la cattiva allocazione del capitale umano di cui già disponiamo: molti lavoratori sono impiegati nel posto sbagliato. Questo è un problema, ma anche una grande opportunità: se riducessimo questo squilibrio al livello medio di altri paesi, la produttività del lavoro e i salari crescerebbero del 10%. Da cosa deriva il grande mismatch? Quali istituzioni ne sono responsabili? E’ un problema di sovraeducazione o di istruzione insufficiente?

SABATO 8 APRILE

Focus
VERSO UNA NUOVA SCUOLA
Aula Magna – Palazzo Istruzione
a cura di Fondazione Bruno Kessler, IPRASE E Dipartimento della Conoscenza della Provincia autonoma di Trento
Coordina Francesco Profumo

9.30 – 10.45
#scuoladigitaletrentina

L’incontro è la tappa conclusiva di un percorso partecipato di confronto e vissuto sui nei diversi territori, arricchito dall’analisi semantica delle progettualità in corso per la definizione del Piano della scuola digitale: un documento di indirizzo per il rilancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola, dove competenze e tecnologia si integrano trasformandosi in un’azione di sistema verso l’innovazione e il cambiamento.

Testimonianze della scuola trentina; Elisabetta Nanni, Sara Tonelli

11.00 – 13.00
Orizzonte 2030: le sfide della nuova Scuola 

Quale Scuola nascerà dal digitale? E’ giusto parlare di una rivoluzione negli strumenti oppure si deve pensare una nuova pedagogia, accompagnata da nuovi spazi e basata sulle skills richieste dalle professioni del futuro? Quali competenze dovranno acquisire e  quali sfide dovranno affrontare non solo docenti, dirigenti scolastici e famiglie, ma l’intero Sistema Scuola? La tavola rotonda discute gli esiti emersi dal percorso della Scuola Trentina verso il digitale, raccogliendo una riflessione corale che dal Trentino si estende all’intero Sistema Paese.

Giovanni Biondi, Sabrina Bono, Maria Rosa Bottino, Mario Giacomo Dutto, Salvatore Giuliano


Focus
MADE IN FUTURE
10.30 – 12.00 | Aula Magna – Liceo Rosmini
Francesco Brunori, Laura Cristoforetti, Rocco Scolozzi in collaborazione con docenti e studenti degli Istituti Comprensivi di Ala e Avio
A cura dell’Istituto Comprensivo di Avio

Come interpretano i ragazzi il presente e immaginano i beni comuni nel futuro? Lo raccontano gli studenti attraverso la metafora dell‘“albero del tempo”, le cui radici affondano nel passato, il tronco è ciò si vede del presente e i rami sono le possibili direzioni delle scelte da compiere. La riflessione è frutto dell’approccio system thinking, che ha fornito ai ragazzi la capacità di vedere in modo più sistemico e creativo il proprio futuro e quello della loro comunità.


Focus
PICCOLE GUIDE PER GRANDI SCOPERTE
10.30 – 12.00 | Sala Convegni – Palazzo Fedrigotti
Silvia Cavalloro, Tiziana Ceol, Luisa Fontanari
A cura di Federazione Scuole Materne

Come entra la voce dei bambini nelle azioni di mamme e papà, ma anche in quelle di educatori ed insegnanti? Come contamina il territorio in cui vivono, i paesi in cui crescono? L’esperienza e le metodologie pedagogiche e didattiche utilizzate in alcune scuole dell’infanzia dimostrano che se ai bambini si dà voce e si riconosce capacità di pensiero, sono in grado di partecipare ai processi decisionali che riguardano la vita comune, le relazioni, gli aspetti pratici e organizzativi e di assumersi anche la responsabilità delle loro scelte.


Spettacolo e dialogo
ALTROVE
10.30 – 12.30 | Teatro Rosmini
Compagnia teatrale Domirò dell’Istituto Don Milani
Regia Francesca Marcomini
A cura del Comitato promotore di Educa in collaborazione con Fondazione Franco Demarchi

Ulisse era Nessuno ed è tutti noi. Storie di emigrazione, storie di giovani di oggi che vanno all’estero, anche in luoghi lontanissimi, alla ricerca di realizzazioni che qui non trovano. Storie di centinaia di persone che fuggono dai loro Paesi, costretti dalla povertà e dalla guerra. ma anche storie degli emigranti trentini, che all’inizio del ‘900 si trasferirono lontano, oltreoceano, per scappare dalla miseria. Storie di viaggi narrate evocando Ulisse, che naufrago approdo sulla terra dei Feaci e venne da loro accolto e aiutato.

A seguire dialogo con Maddalena Colombo, Vincenzo Passerini, Monsignor Lauro Tisi


Incontro con l’autore
BADHEEA… e TUTTI GLI ALTRI
10.30 | Bar Vanilla, Via Mazzini, 42
Mattia Civico, Marzia Scaletti
A cura del Comitato promotore di Educa in collaborazione con Croce Rossa Italiana

29 febbraio 2016: a Fiumicino atterra un volo proveniente da Beirut È il primo corridoio umanitario che porta in salvo novantatré siriani a boro, in gran parte bambini in fuga dalla guerra. Fra loro c’è Badheea, una madre-coraggio che affronta la morte dei famigliari, la perdita della casa e di tutto ciò che aveva senza smettere di resistere e coltivare la speranza. Questa storia è il punto di partenza per una riflessione sui diritti umani che prova ad andare oltre gli stereotipi culturali ed educativi: il mondo è cambiato e occorre cambiare il modo di guardarlo e viverlo.


Focus
COMING OUT
11.00 – 12.30 | Aula 15 – Palazzo Istruzione
Elena Broggi, Claudio Cappotto, Mario Caproni, Dioniso Aurelio Palazzini Dallaserra
A cura di RETE ELGBTQI

Per gli adolescenti e i giovani, il coming out è autodeterminazione di sè, parte fondamentale del processo identitario e passaggio alla vita adulta. Per le famiglie implica la trasformazione delle relazioni e la ridefinizione delle competenze genitoriali. Attraverso le suggestioni offerte dalle immagini di “Allora dimmelo“ si riflette su questi passaggi e su come la comunità possa essere luogo di alleanza per facilitarli.


Dialogo
GENERAZIONE TVB: PASSAGGI TRA SOGLIE REALI E VIRTUALI
14.30 – 16.00 | Sala Convegni – Palazzo Fedrigotti
Costanza Giannelli, Anna Salvo
Modera Maurizio Camin
A cura di Con.Solida.

Adolescenti, ma anche bambini, a volte piccolissimi, passano sempre più tempo con tablet e smartphone e sui social network… Una familiarità con le nuove tecnologie che rischia di diventare ossessiva. In che modo queste nuove generazioni che privilegiano il virtuale affrontano la complessità del mondo affettivo, costruiscono le relazioni con i coetanei e con il mondo? E come gli adulti possono sostenere e accompagnare i passaggi del loro percorso di crescita rispettandone i tempi?


Seminario
ALTERNANZA SCUOLA – LAVORO
14.30 – 16.30 | Aula Magna – Palazzo Istruzione
Pierluigi Bellutti, Egidio Formilan, Francesco Logrieco, Stefania Segata
Modera Giovanni Biondi
A cura del Comitato promotore di EDUCA

Collegare la scuola con il mondo del lavoro per coniugare sapere e saper fare e orientare le aspirazioni degli studenti. Questi gli obiettivi dell’alternanza scuola – lavoro introdotta con la riforma della “buona scuola”. Lo strumento ha suscitato reazioni contrastanti: entusiasmo da un lato, critiche accese dall’altro. Nel seminario si confronteranno esperienze maturate nella cooperazione, nel mondo della ricerca, delle imprese e in quello delle libere professioni. Esperienze trentine e nazionali, alcune nuove altre che hanno innovato metodologie già consolidate per l’apprendimento, attraverso le quali si proverà a capire quali sono le condizioni perché l’alternanza scuola – lavoro sia una reale opportunità per formare i cittadini e i lavoratori di domani.


Focus
VIVERE.CON  CONVIVERE
14.30 – 16.30 | Aula 16 – Palazzo Istruzione
Sandra Venturelli
A cura di Associazione A.M.A., Associazione Agevolando

Cosa comporta il passaggio all’età adulta per ragazzi cresciuti al di fuori della famiglia d’origine? Come si passa dalla dellega all’essere protagonisti del proprio percorso di crescita e delle proprie decisioni? Partendo da storie vere, una riflessione per ragionare insieme sul tema dell’autonomia, della formazione di nuovi legami e sulle sfide da affrontare per diventare “grandi”.


Focus
EDUCARE ALLE DIFFERENZE DI GENERE
15.00 – 16.30 | Aula 15 – Palazzo Istruzione
Quinto Borghi Bottino, Maria Agnese Maio
Modera Carlo Gualini
A cura di Città Futura cooperativa sociale

Se le diversità tra corpi maschili e femminili sono rimaste invariate nel tempo, ogni epoca storica ha costruito la propria visione delle differenze di genere, ha definito comportamenti, estetiche e ruoli. Visioni che vengono trasmesse ai bambini, anche molto piccoli, attraverso l’educazione. Oggi il tema è al centro del dibattito pubblico e politico con il diffondersi di posizioni estremiste e di confusione e incertezza anche nei genitori. È possibile avere una visione critica e non stereotipa capace di promuovere l’inclusione, la parità dei diritti e all’equità?


Dialogo
FAMIGLIE MIGRANTI: I PASSAGGI NEI DISEGNI DEI BAMBINI
17.00 – 18.30 | Palazzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto
Giovanna Masiero, Alice Rizzi
Modera Pierangelo Giovannetti
A cura di IPRASE

La crescita è un percorso di trasformazione tanto da un punto di vista comportamentale e relazionale, quanto sul piano immaginario e affettivo. Le interazioni con la madre, il padre, la famiglia allargata e progressivamente con il mondo esterno, la scuola in primis, possono essere fonte di ricchezza ma anche di estrema vulnerabilità. Ogni nuovo figlio ha il compito di iscriversi simultaneamente nella propria filiazione e nelle affiliazioni multiple e meticce che lo circondano. Questo processo è reso ancora più complesso dalla condizione migratoria. In Italia, come nel resto d’Europa, diventa sempre più importante tener conto delle specificità culturali per favorire il benessere attuale e futuro di adulti, adolescenti e bambini e per averne cura in ambito sanitario, sociale ed educativo. Partendo dai disegni dei bambini, figli di famiglie migranti, si discute di vulnerabilità e creatività, passaggi tra mondi, lingue e culture per tracciare un approccio transculturale alla questione migratoria.


Dialogo
CHI EDUCA OGGI?
17.30 – 19.00 | Aula Magna – Palazzo Istruzione
Franco Garelli, Piero Sansonetti, Stefano Zamagni
Modera Piergiorgio Reggio
A cura del Comitato promotore di Educa in collaborazione con Fondazione Franco Demarchi, Con.Solida, Cooperazione Trentina, Consiglio Nazionale Forense

Cosa significa educare oggi? Quale modello o quali modelli esprime la nostra società? Quale valore è attribuito e come viene rappresentata l’educazione? Infine a chi spetta la responsabilità di educare?
Su questi interrogativi si confrontano tre interpreti della realtà esperti di discipline e saperi differenti – economia e società civile, narrazione e giornalismo, sociologia e religione – provocati da un pedagogista. Tutti e quattro impegnati a scardinare i luoghi comuni e ad andare oltre le retoriche imperanti.


Concerto e dialogo
Trentino Film Cmmission presenta
BRACCIALETTI ROSSI
con Niccolò Agliardi e i protagonisti della serie tv
ore 20.30 | Teatro Zandonai
in collaborazione con il Comune di Rovereto e Provincia autonoma di Trento
conduce Gabriele Biancardi

Ci metto il coraggio/E il mio domani intero è questo tempo mezzo rotto/Ma nonostante tutto
Tutto…/Io non ho finito/Perché ho sete ancora/Io non ho finito/Fuori è primavera
Niccolò Agliardi

La malattia e la perdita sono passaggi che lasciano spesso segni profondi, talvolta definitivi. Alcuni ragazzi affetti da gravi malattie dimostrano però che anche i momenti difficili sono istanti da vivere fino in fondo e che la forza e il coraggio la possono dare l’amicizia, l’amore e la solidarietà. Sono i protagonisti di Braccialetti Rossi, la serie tv giunta alla quarta edizione che con le sue storie e le sue canzoni ha toccato il cuore (e la mente) di milioni di italiani.

Info: ingresso unico 5 euro
I biglietti sono acquistabili presso gli sportelli convenzionati delle Casse Rurali Trentine, online sul sito www.primiallaprima.it o presso la biglietteria del Teatro Zandonai il giorno dello spettacolo a partire dalle ore 19.45

DOMENICA 9 APRILE

Focus
COS’È L’ECONOMIA COLLABORATIVA?
10.00 – 11.00 | Bar Bianco, Via Scuole 12
Tania Giovannini
A cura di CBS, progetto Abito

Come stanno cambiando le abitudini di consumo quando ci si muove, si va in vacanza o si fa la spesa? Bla Bla car, Airbnb, Gnammo, sono solo alcuni esempi di una sharing economy che sta entrando nelle vite di un numero sempre più ampio di persone e di famiglie che la scelgono in ambiti diversi del vivere. È una moda transitoria o un passaggio da un’economia tradizionale ad una condivisa? E quali sono le implicazioni sociali e culturali?


Dialogo
LE VIRTU’ NEL DIGITALE. PER UN’ ETICA DEI MEDIA
10.30 – 12.00 | Sala Convegni – Palazzo Fedrigotti
Piercesare Rivoltella
Dialoga con Giampaolo Pedrotti
A cura di IPRASE

Pensare al web come a un ambiente virtuale è un errore. Digitale sì, ma non meno reale del mondo materiale, per niente esterno alla vita concreta. Anzi.
I media digitali e sociali non sono di per sé né meravigliosi né temibili, serve capire come usarli per vivere meglio. Se ne discute a partire da una rilettura delle virtù teologali nel digitale: come si coltiva la speranza nel web? Cosa significa essere prudenti? E come si può esercitare la carità, rispettare e praticare la giustizia?


Incontro con l’autore
UN ALTRO PRESENTE E’ POSSIBILE
10.30 – 12.00 | Aula 12 – Palazzo Istruzione
Isabella Maria, Ezel Alcu
Modera Diego Andreatta
A cura del Comitato Promotore di EDUCA

Spesso si sente dire “un altro mondo è possibile”, ma ciò che servirebbe è un cambiamento di rotta realizzabile subito e qui, e non un progetto da proiettare in un futuro incerto e lontano. A dimostrare che un presente di rivoluzionaria bellezza è possibile le cinque testimonianze raccolte nel volume: vite ed esperienze collettive volte a ricreare un tessuto sociale forte e flessibile per ritrovare il senso profondo della politica, appassionarsi a esperimenti di autogoverno, scoprire il valore fondante della cultura e della memoria.


Dialogo
LA GRAMMATICA DELL’IMMAGINE
10.30 – 12.30 | Aula Magna – Palazzo Istruzione
Bruno Bozzetto, Paolo d’Altan, Ivo Milazzo
Introduce Flavio Rosati
Modera Marco Dallari
A cura del Comitato promotore di EDUCA in collaborazione con l’Associazione Autori di Immagine

Video e gif animate sui social, programmi e spot alla tv, animazioni 3D nei cinema, tatuaggi sulla pelle, illustrazioni nei libri…le emozioni e i fatti salienti sono oggi tradotte in un flusso ininterrotto di istantanee che travalica le parole e riflettono la velocità dei tempi moderni. Ma come leggerle correttamente? Tre maestri dell’immaginario raccontano le loro esperienze in campi diversi del disegno (fumetto, animazione e illustrazione) offrendo strumenti per interpretare la rappresentazione che influenza, quando non determina, il vivere quotidiano.


Incontro con l’autore
IL CREPUSCOLO DEGLI CHEF
11.00 – 12.30 | Palazzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto
Davide Paolini
Modera Alberto Faustini
A cura del Comitato Promotore di EDUCA

Il cibo è diventato negli ultimi anni altro da ciò che era e rappresentava sino a ieri. Decine e decine di trasmissioni tv che non producono cultura ma solo spettacolo, libri che occupano interi scaffali delle librerie, milioni di foto su Instagram, e ancora migliaia di blog e siti internet. Un’ossessione mediatica che non coincide con la realtà: in Italia, infatti, la spesa alimentare è tornata al livello di venticinque anni fa. Alla realtà virtuale dunque non corrisponde una realtà fattuale: un fenomeno destinato a ridimensionarsi. L’autore riprendendo Paul Bocuse a proposito degli chef : “io li ho fatti uscire di cucina ora è il momento di rientrare”.


Dialogo
EDUCARE: NUOVI APPROCCI E COMPETENZE
11.00 – 12.30 | Aula 15 – Palazzo Istruzione
Ivo Lizzola, Angelo Prandini, Piergiorgio Reggio
Modera Cristiano Conte
A cura di Con. Solida in collaborazione con Fondazione Franco Demarchi, ANEP

I cambiamenti profondi ed epocali che le comunità stanno vivendo richiedono anche a chi professionalmente si occupa di educazione la capacità di mettersi in discussione. Quali sono oggi gli sguardi, le competenze, gli strumenti e le alleanze necessari per educare? Si parte da alcune esperienze concrete di rilettura dei contesti e di riflessione sulle pratiche per individuare orientamenti e traiettorie possibili di lavoro.


Incontro con l’autore
TI DEVO UN RITORNO
14.30 | Palazzo Istruzione aula 18
Niccolò Agliardi
A cura del Comitato promotore di EDUCA

Pietro ha 32 anni, ma è ancora un uomo a metà che annaspa fra sentimenti e paure, senza riuscire a dare una direzione alla propria vita. La morte improvvisa del padre lo spinge a lasciare Milano e a rifugiarsi nelle Azzorre dove incontra Vasco, un diciottenne con cui costruisce un rapporto simile a quello tra padre e figlio, un’amicizia in cui può dimostrare di essere un uomo maturo e protettivo. Ma un naufragio porta sull’isola un carico di droga che stravolge la vita degli abitanti e mette Pietro davanti a scelte importanti, per il suo amico e soprattutto per se stesso.


Focus
SE IO FOSSI TE
14.30 – 16.00 | Aula 16 – Palazzo Istruzione
Martina Bassetti, Ada Cigala
A cura di Proges Trento

Come raccogliere nelle relazioni educative la sfida di rendere le differenze e le distanze (familiari, culturali, socioeconomiche, di età,…) un terreno fertile per la crescita dei cittadini di domani? All’interrogativo si prova a rispondere a partire dalla narrazione di esperienze concrete di contesti educativi in cui le diversità di età dei bambini (1-6 anni) e di culture famigliari hanno arricchito i servizi e chi li vive.


Incontro con l’autore
IL MUSULMANO E L’AGNOSTICO
15.00 – 16.00 |Aula Magna – Palazzo Istruzione
Riccardo Mazzeo e Hamza Piccardo
Modera Raffaele Crocco
A cura del Comitato promotore di EDUCA

È possibile opporsi alla meschina arroganza di un certa parte dell’occidente che colonizza e sfrutta il sud del mondo ma poi si rifiuta di riconoscere il diritto alla vita di coloro che fuggono da fame e guerre? È possibile che l’islam, pur mantenendo inalterata la propria spiritualità, recuperi il passo del mondo e si apra all’arte, alla letteratura, alla musica e alla complessità? A partire dal nuovo libro di Tariq Ramandan e Riccardo Mazzeo, un dialogo su religione, filosofia, ricerca di senso, pluralismo, violenza, migrazioni per alimentare e ripensare l’azione politica.


Dialogo
MAMMA E PAPA’: CHI SIETE?
15.00 – 16.30 | Palazzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto
Matteo Bussola, Claudia De Lillo
Modera Silvia Conotter
A cura del Comitato promotore di EDUCA

Nasce un figlio e ti cambia la vita. È sempre in meglio? Occorre essere supereroi per coniugare la vita professionale con quella famigliare? Un fumettista e una giornalista hanno raccontato attraverso i social media la propria esperienza di genitori e con ironia hanno scardinato tanti luoghi comuni raccogliendo un seguito inaspettato. I loro racconti sono diventati libri, seguiti da conferenze, dibattiti. Cosa hanno svelato? Qual è il segreto?


Concerto
PASSAGGI SONORI
16.30 – 18.00 | Teatro Zandonai
Rovereto Wind Orchestra e Civica Filarmonica di Lugano
Dirette da Maestri Andrea Loss e Franco Cesarini
A cura del Comune di Rovereto

Un diario di viaggio che spazia musicalmente fra diversi luoghi e culture. Dalle “Variations” on a Korean Folk Song”, composto dal texano Jogn Barnes Chance durante il suo soggiorno in Corea del Sud al “Poema Alpestre”, del Maestro Cesarini fino alla sinfonia “Icelandic Waterfalls”, composta dal Maestro Feliciani dopo la sua visita alle più spettacolari cascate d’Islanda”. Sono alcuni dei brani proposti in parte tratti dal repertorio presentato ai concorsi internazionali: la Civica Filarmonica di Lugano ed il World Music Contest di Kerkrade, in Olanda, nelle categorie più elevate.

Si consiglia di prenotare scrivendo una mail a segreteria@rwo.tn.it
I biglietti prenotati saranno disponibili per il ritiro a partire dalle ore 15.00 presso Teatro Zandonai.