LE FORME ESPRESSIVE DELL’HIP-HOP

LE FORME ESPRESSIVE DELL’HIP-HOP

Davide Fant, partendo dal proprio vissuto di quattordicenne è arrivato a narrare la storia dell’hip-hop e a spiegarne i significati intrinseci. Si tratta – ha detto Fant – di una forma espressiva diffusissima tra i giovani, eppure molte volte stigmatizzata, accompagnata da innumerevoli pregiudizi da parte di chi non vi si è mai avvicinato.

Fant ha raccontato di quanto sia stato sorprendente riscoprire i principali elementi della pedagogia contemporanea nell’hip hop:  “mi sono reso conto che questa cultura poteva essere non solo uno strumento, ma addirittura un approccio educativo. Una verità che i giovani hanno compreso molto prima degli studiosi”.

Dall’ascolto di brani e dalla visione di video sono emerse le dimensioni della pervasività, della condivisione, della spiritualità e di autostima che caratterizzano l’hip-hop. Inoltre, Fant ha sottolineato come la pedagogia dell’hip-hop si basi sul valore della ricompensa intrinseca.

“Ci si sente migliorare e questo è ciò che spinge ad andare avanti” ha affermato Davide Fant. “Si vive la sfida all’interno dello stesso cerchio che garantisce supporto e protezione: il proprio gruppo, la propria comunità.”

Narrare se stessi attraverso l’hip hop aggiunge una regola a quelle tipiche del racconto scritto: il rispetto del ritmo. Ma anche se regola, o forse proprio in quanto tale, il ritmo è ciò che dà sicurezza e che contribuisce a rendere l’hip hop uno spazio dove  esprimersi e reinventarsi.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*