DOMENICA

MATTINA

Focus
TECNOLOGIE PER LA RIABILITAZIONE COGNITIVA
10.00 – 11.00 | Aula 6 Palazzo Istruzione
Liliana Carrieri, Alessandro Failo, Angela Pasqualotto, Michele Scaltritti, Gianluca Schiavo
Modera Nicola De Pisapia
A cura di ODFLab – Laboratorio di Osservazione Diagnosi e Formazione Università di Trento

Dislessia, disturbi dell’apprendimento e dello spettro autistico: in molti casi la tecnologia può essere un valido sostegno. In questo incontro ricercatori ed esperti ci introdurranno al mondo dell’innovazione in ambito clinico, dandoci la possibilità di scoprire e provare applicazioni rese sempre più efficaci e coinvolgenti grazie al loro design originale e intuitivo.

9.00 – 10.00 | 11.00 – 12.00 |Atrio Palazzo Istruzione
Prima e dopo la presentazione sarà possibile provare i vari dispositivi.
Dialogo
GENITORI CONNESSI
10.00 – 11.30 | Aula Magna Palazzo Istruzione
Matteo Lancini, Alberto Pellai
Modera Alberto Faustini
A cura di Comitato di EDUCA

Vietare l’uso di social e tecnologie digitali o lasciare piena autonoma? Imporne un uso limitato nel tempo e regolamentato nei contenuti o lasciare ai propri figli piena libertà di scelta? Quale è il giusto equilibrio per evitare i pericoli della rete, isolamenti e disagi e sostenere invece la crescita, la socialità e il dialogo nel mondo virtuale e in quello reale? Sono le domande che si fanno tutti i genitori di figli adolescenti. Due tra i massimi esperti del tema in Italia, ci indicheranno strade possibili per essere oggi adulti autorevoli e connessi con i cambiamenti in atto.

Caffè digitale
UN CURRICULUM PER L’EDUCAZIONE CIVICA
10.00 – 12.00 | Aula 3 IPRASE
Elisabetta Nanni
A cura di IPRASE
In collaborazione con la Fondazione dell’Avvocatura Italiana
Tecnologico nei contenuti e nelle modalità, Il caffè digitale, è un nuovo format di formazione e di condivisione di buone pratiche relativo all’ utilizzo delle tecnologie didattiche. Insegnanti e avvocati, muniti del proprio dispositivo (netbook, tablet ecc), l’opportunità di collaborare per la costruzione condivisa di un curriculum per l’educazione civica digitale.

Massimo 30 partecipanti

Si consiglia la registrazione gratuita al servizio trentino Wifi http://www.trentinowifi.it/
Laboratorio bambini 2 – 6 anni
NON DIRE “CHEESE”!
10.00 – 12.00 | ogni mezz’ora | Aule 18 e 19 Palazzo Istruzione
A cura di Ufficio infanzia – Servizio infanzia istruzione del primo grado – Dipartimento della conoscenza – Provincia autonoma di Trento

Con l’avvento degli smartphone abbiamo iniziato a fotografare con frequenza molti aspetti della nostra vita. In particolare noi adulti fotografiamo spesso i bambini. Ma come vive un bambino quest’atto? Come costruisce la propria identità attraverso queste immagini? Spesso chiediamo ai bambini di dire “cheese” col risultato di un sorriso molto forzato. Perché? Partiremo da queste domande per invertire i ruoli: i bambini si trasformeranno in provetti fotografi mentre i genitori dovranno assecondarli nelle loro richieste di posa e scenografia.

Massimo 4 partecipanti, iscrizioni sul posto

Laboratorio bambini 3 – 6 anni
ARTOO E LE VOCI DEI DIPINTI
10.00 – 11.00 | Aula 9 Palazzo Istruzione
A cura di Alchemilla scs

Artoo è un simpatico orso appassionato di arte. Vive nella soffitta di un museo da dove raccoglie le voci dei bambini che osservano i quadri. Artoo sa bene che i bambini sanno cogliere “il cuore” di un’opera ed è per questo che ama stare con loro. In questo laboratorio conosceremo Artoo e ognuno di noi sarà invitato a raccontare ciò che sente di fronte ai dipinti di un grande artista: Kandinsky. Con una modernissima app, Artoo registrerà le nostre voci costruendo così un grande racconto collettivo sull’arte del celebre pittore russo.

Massimo 15 partecipanti

Dialogo
BAMBINI TESTIMONI DI VIOLENZA: MODALITÀ DI INTERVENTO
10.30 – 12.30 | Aula 5 Palazzo Istruzione
Alessandro Failo, Paola Giudici, Rossano Santuari
Modera Gabriele Baldo
A cura di ODFLab – Laboratorio di Osservazione Diagnosi e Formazione Università di Trento

In questo incontro dialogheremo con esperti e psicologi per conoscere alcune metodologie, integrate con le moderne tecnologie, volte a supportare i bambini testimoni di maltrattamenti. Attraverso narrazioni e storie interattive i bambini possono infatti rivedersi in un personaggio, rivivere e interpretare situazioni complesse, apprendere stili di comportamento utili e comprendere le proprie emozioni attraverso la forza dell’immaginazione.

Laboratorio bambini 6 – 11 anni
PAESAGGI SONORI
10.30 – 12.00 | Mart, Area educazione
A cura di MART

Un laboratorio sul tema del paesaggio dove l’espressione grafica e manuale incontra l’elettronica in un dialogo tra arte visiva e sonora. Partendo dalla visione di alcune opere delle Collezioni del Museo rifletteremo sui suoni e i rumori che contraddistinguono i luoghi in cui viviamo. Creeremo poi una composizione di suoni che dovremo trasformare in un’immagine grafica. Grazie a un materiale conduttivo collegato a un sistema elettronico i nostri disegni diventeranno interattivi e formeranno un’istallazione sonora collettiva.

Per informazioni e prenotazioni education@mart.trento.it | Tel. 0464.454135 / 454108

Dialogo
EDUCARE NEL MONDO DIGITALE
10.30 – 12.30 | Sala Convegni Palazzo Fedrigotti
Roberto Maurizio, Piercesare Rivoltella, studenti della challenge
Introducono Paola Venuti, Debora Nicoletto
Modera Francesca Gennai

La tecnologia è una grande opportunità di confronto intergenerazionale e questo appuntamento ne vuole cogliere tutte le potenzialità. Le questioni che ruotano intorno al tema tecnologia/educazione emerse dalla challenge che ha coinvolto studenti universitari, svoltasi durante il Festival, saranno poste a chi si occupa professionalmente della dimensione educativa. Evitando la contrapposizione fra catastrofisti ed entusiasti, inviteremo i relatori ad aiutarci ad interpretare il futuro della relazione educativa, interrogandoci su quali competenze debbano oggi fornire le diverse agenzie educative e quali saranno i tempi, gli spazi ed i linguaggi dell’educatore del domani

Dialogo
LA BABELE 4.0 DELLE IMMAGINI
11.00 – 12.30 | Aula 15 Palazzo Istruzione
Ivo Milazzo, Anna Pedroncelli
Modera Flavio Rosati

Graffiti sule pareti, segni sulle cortecce degli alberi sono stati i primi strumenti di comunicazione tra gli uomini. L’alfabeto delle immagini che ha continuato a evolvere e diffondersi è oggi potenziato dalle nuove tecnologie: foto, video, film, illustrazioni, animazioni non sono più solo nei contesti reali, ma viaggiano e compongono il mondo virtuale. Occorre conoscere e saper interpretare questo linguaggio universale per evitare che influenzi e condizioni la nostra quotidianità. Per questo molti Paesi europei hanno introdotto politiche strutturali per la formazione e l’educazione all’immagine, che oggi diventano possibili anche in Italia.

Dialogo
LA (IN)SOSTENIBILE LEGGEREZZA DELL’ALGORITMO
11.00 – 12.30 | Aula 12 Palazzo Istruzione
Marco Andreatta, Carlo Toffaroli
A cura di Comitato di EDUCA
In collaborazione con la casa editrice Il Mulino

Sanno cosa desideriamo. Decidono cosa vediamo e come viaggiamo. Influenzano cosa compriamo. Per alcuni gli algoritmi controllano la nostra vita. Il loro valore è cresciuto vertiginosamente nell’era dell’economia digitale dove tutto sembra amministrato dalla loro “mano invisibile”. Ma cosa sono davvero? Due matematici ci accompagneranno in un viaggio alla scoperta di questo mondo fra usi e abusi, anche in ambito educativo, radici storiche, curve e sicurezza della rete. Ci mostreranno anche le connessioni con le strumentazioni digitali, ad esempio negli Fab Lab, che li rendono ponte tra matematica, innovazione e arte.

POMERIGGIO

Laboratorio bambini 2 – 6 anni
NON DIRE “CHEESE”!
14.00 – 16.30 | ogni mezz’ora | Aule 18 e 19 Palazzo Istruzione
A cura di Ufficio infanzia – Servizio infanzia istruzione del primo grado – Dipartimento della conoscenza – Provincia autonoma di Trento

Con l’avvento degli smartphone abbiamo iniziato a fotografare con frequenza molti aspetti della nostra vita. In particolare noi adulti fotografiamo spesso i bambini. Ma come vive un bambino quest’atto? Come costruisce la propria identità attraverso queste immagini? Spesso chiediamo ai bambini di dire “cheese” col risultato di un sorriso molto forzato. Perché? Partiremo da queste domande per invertire i ruoli: i bambini si trasformeranno in provetti fotografi mentre i genitori dovranno assecondarli nelle loro richieste di posa e scenografia.

Massimo 4 partecipanti, iscrizioni sul posto

Laboratorio bambini 3 – 6 anni
ARTOO E LE VOCI DEI DIPINTI
14.30 – 15.30 | Aula 9 Palazzo Istruzione
A cura di Alchemilla scs

Artoo è un simpatico orso appassionato di arte. Vive nella soffitta di un museo da dove raccoglie le voci dei bambini che osservano i quadri. Artoo sa bene che i bambini sanno cogliere “il cuore” di un’opera ed è per questo che ama stare con loro. In questo laboratorio conosceremo Artoo e ognuno di noi sarà invitato a raccontare ciò che sente di fronte ai dipinti di un grande artista: Kandinsky. Con una modernissima app, Artoo registrerà le nostre voci costruendo così un grande racconto collettivo sull’arte del celebre pittore russo.

Massimo 15 partecipanti

Laboratorio adulti
#CONSCATTO
14.30 – 16.30 |Aula 10 Palazzo Istruzione
A cura di associazione AlternArt

Ogni fotografia fissa in modo indelebile il “qui e ora” della persona che l’ha scattata. Dall’immobilità degli elementi nell’inquadratura si sviluppano ricordi, sensazioni e pensieri. Un’immagine può trasformarsi in un mezzo privilegiato per esplorare le proprie emozioni e le connessioni che ci legano agli altri. Con l’uso di smartphone, macchine fotografiche, pc e stampanti cercheremo di capire come le nuove tecnologie possano trasformarsi in uno strumento per l’espressione del Sé. Un viaggio dentro di noi attraverso le metodologie dell’arteterapia.

Massimo 15 partecipanti

Laboratorio bambini 6 – 11 anni
GAME DESIGNER PER UN GIORNO
14.30 – 16.00 |Aula 5 Palazzo Istruzione
A cura di StudioBliquo

Come ci si sente dall’altra parte del joystick? Se per i genitori i videogiochi possono spesso sembrare delle trappole ipnotiche, rovesciando i ruoli si trasformano in un valido strumento didattico e creativo. In questo laboratorio saremo infatti chiamati a indossare i panni di un vero e proprio game designer per creare gli ambienti e i personaggi, i suoni e lo sviluppo narrativo di un videogioco. Impareremo a ideare, progettare e realizzare attraverso un utilizzo attivo e critico delle nuove tecnologie.

Massimo 12 partecipanti

Laboratorio bambini 0-6 anni con genitori
ESPLORATORI SENZA MAPPA
15.00 – 17.00 | Aula 15 Palazzo Istruzione
A cura di MUSE

Se cercate un vero ricercatore entrate in un asilo. I bambini infatti sono i più grandi esploratori, mossi da quell’incredibile forza vitale che è la curiosità giocosa. Viaggiano sicuri in un mondo del quale non hanno la mappa perché sono essi stessi i cartografi. Insieme ai nostri bambini proveremo a comprendere i processi di scoperta e apprendimento della prima infanzia attraverso un laboratorio interattivo fatto di giochi, video, attività coinvolgenti e riflessioni partecipate.

Massimo 30 partecipanti

Laboratorio bambini 5 – 12 anni
IL MIO ERBARIO FANTASTICO
15.00 – 16.30 | MART
A cura di MART

Creiamo insieme un moderno erbario ispirato allo stile sintetico futurista. Le forme di piante e fiori vengono reinventate ritagliando semplici forme stilizzate nella carta adesiva colorata e componendole su fogli trasparenti in un gioco di sovrapposizioni e intrecci. Ogni partecipante riceve un quaderno con tre pagine in pvc, una pagina a tasca per conservare e catalogare un campione di flora locale e una “pagina a sorpresa” in cartoncino verde, dove realizzare un fiore o una pianta in carta colorata con la tecnica del pop up.

Prenotazioni a education@mart.trento.it, 0464.454135-108, costo € 5 a bambino

Dialogo
NUOVE TECNOLOGIE: ISTRUZIONI PER L’USO EDUCATIVO
15.00 – 16.30 |Aula 12 Palazzo Istruzione
Bruno Daves, Erik Gadotti, Elena Marta
Modera Diego Andreatta
A cura di Università di Trento
In collaborazione con IPRASE

Cyberbullismo, sexting, disturbi dell’attenzione, dipendenza patologica dal cellulare: sono molte le conseguenze negative delle nuove tecnologie soprattutto sui giovani. Ma se integrate correttamente in un contesto educativo, non solo possono prevenire questi effetti, ma anche svolgere una funzione importante nel creare occasioni di relazione e di crescita. A partire dalla ricerca “Generazione Z”, realizzata da IPRASE sul rapporto dei giovani trentini con le nuove tecnologie, scopriremo come queste possano favorire lo sviluppo di competenze, amplificare le opportunità e favorire la diffusione di processi generativi virtuosi all’ interno delle comunità.

Incontro con l’autore
PUNTO. IL DECLINO DELL’INFORMAZIONE
15.00 – 16.30 |Aula Magna Palazzo Istruzione
Paolo Pagliaro
Dialoga con Giampaolo Pedrotti
A cura di Comitato di EDUCA

Colonizzato dai social network, il terreno dell’informazione è minato da «post-verità». Contano più le emozioni che i fatti. Più le suggestioni che i pensieri. Più lo storytelling che le storie. Più la propaganda che le notizie. E dunque più le bugie che il racconto veritiero dei fatti. È un virus che infetta la rete, l’informazione, la politica – ridotta a comunicazione – e l’etica pubblica. Ma arginare e sconfiggere questa deriva si può.

Focus
INTELLIGENZA ARTIFICIALE
15.30 – 16.15 |Sala Convegni Palazzo Fedrigotti
Oliviero Stock
A cura di Università di Trento

Uno dei massimi esperti italiani, con incarichi nazionali ed europei, ci parlerà di cosa significhi fare ricerca nell’ambito dell’intelligenza artificiale, illustrandoci il possibile impatto sui processi educativi, cognitivi e sociali.

Concerto
TÉCHNE MUSICA
17.30 | Teatro Zandonai
Con Civica Scuola Musicale R. Zandonai di Rovereto
CDM centro didattico musicateatrodanza di Rovereto
Scuola Musicale J. Novak della Vallagarina
Scuola Musicale opera prima di Ala Avio Brentonico Mori Ronzo-chienis
A cura di Comune di Rovereto

L’arte non è solo intuito, lampo creativo, ispirazione. Molto più spesso è esercizio, ripetizione, padronanza tecnica. Lo sapevano bene nell’antica Grecia dove con il termine téchne indicavano ogni atto creativo come fusione di manualità e ingegno, saper fare e saper pensare. Lo sanno bene anche nel mondo della musica nel quale questa inscindibilità è ancora essenziale. Ce lo racconteranno gli allievi delle scuole musicali di Rovereto e della Vallagarina, intrecciando l’esecuzione con l’evocazione dei passaggi che ne sono alla base: dalla costruzione degli strumenti al loro utilizzo, dalla scrittura della partitura alla gestione elettronica della riproduzione.

 

CORSO BETTINI IN LIBERTA'

10.00 – 12.30 | 14.00 – 18.00
Attività animate, spettacoli e laboratori didattici per grandi e piccoli. Un’occasione speciale per divertirsi con mamma e papà, conoscere nuovi compagni di gioco e vivere il Corso all’insegna della creatività libera e partecipata. Buon divertimento!

*in caso di pioggia alcuni laboratori si svolgeranno sotto la cupola del Mart
INCOGNITO
A cura di Urban Games Factory
Per tutti

Una telecamera montata su un caschetto, un timer da polso e una busta con una missione segreta. Sono gli ingredienti di un gioco semplice ma entusiasmante che ci spingerà a non fermarci all’apparenza dei luoghi che abitiamo. Un modo coinvolgente per esplorare Corso Bettini e le persone che lo frequentano. La tecnologia poi ci trasformerà in spettatori di noi stessi, del nostro modo di interagire con gli altri e di esplorare lo spazio. Ogni tombino, ogni portone, ogni sconosciuto può nascondere qualcosa di bello, dobbiamo solo scovarlo!

PASSIAMO IN GIACOMELLA
A cura di Studio associato Tangram
Per 0 – 10 anni

Una roulotte sociale curiosa e divertente! Giochi di una volta, attività creative, un angolo bebè con fasciatoio, libri e riviste. Tutte le proposte sono pensate per essere vissute da più persone. L’obiettivo della Giacomella è favorire la relazione, attraverso spazi accoglienti. Attività semplici da fare in massima libertà sia per i bambini che per gli adulti.


HELLO TOMATO!
A cura di Il Masetto
Per 3 – 11

Ispirato all’omonimo libro di Marion Caron e Camille Trimardeu fatto di pagine, colori e 25 carte visive, questo laboratorio ci farà vivere un’esperienza tattile e visiva e  abbracciare la bellezza delle intelligenze “non-artificiali”. Vedremo cose invisibili apparire all’improvviso, sperimenteremo, trasformeremo e rideremo perché “ogni senso abbia la sua parte di gioia”.


IL CIRCO DELLE EMOZIONI
A cura di Ludosofici
Per 3 – 11

Sette tende da circo per giocare con sette idee senza tempo: amicizia, sogno, bellezza, dono, condivisione, cura e accoglienza. Attraverso altrettanti mini laboratori smonteremo, ripenseremo e giocheremo con questi sentimenti, con le loro mille sfumature, forme, dimensioni e colori: fabbricheremo stelle colme di desiderio, scriveremo lettere d’effetto e d’affetto, gestiremo un salone di vera bellezza e costruiremo un dono infinito da regalare a chi ama l’eternità!

FUTURANDO & FACCIA DA EMOJI
A cura di Applicando cooperativa formativa scolastica
Dai 3 anni in poi

Due laboratori in tandem per dare spazio alla creatività e alla scoperta delle emozioni. Nel primo rifletteremo su come potrebbe essere il futuro e trasformeremo le nostre idee in disegni: le creazioni faranno parte di una città in miniatura che sarà visibile per tutta la durata del festival. Nel secondo equipaggiati di fantasia, originalità e spirito di osservazione, andremo alla scoperta delle emozioni per costruire le nostre faccine emoji personalizzate e uniche.


LA FEBBRE DEL SELFIE

A cura di Limes scs e MAR Ravenna
Per 6 – 11 anni

Uno straordinario viaggio che  intreccia  spettacolo di narrazione e atelier creativo. Attraverso l’utilizzo del Kamishibai, un’antica tecnica giapponese in cui teatro d’immagine e racconto si fondono, assisteremo a un’originale “storia del selfie”: partendo dal mito di Narciso passeremo poi per il mondo delle fiabe, conosceremo gli autoritratti dei grandi maestri della pittura, fino a scoprire i segreti della fotografia. Realizzeremo infine un nostro personale selfie d’autore che ci permetterà di riflettere sul rapporto fra immagine e tecnologia.

IL MIO AVATAR IN PLASTILINA
A cura di Associazione Autori di Immagini
Per 6 – 14 anni

Come si crea una storia? Come si inventano i personaggi? E come li si trasforma con la plastilina nei protagonisti di una narrazione digitale? Lo scopriremo insieme all’artista Benedetta Frezzotti e alla sua app che racconta storie virtuali attraverso protagonisti “fatti a mano”. Giocheremo a plasmare gli eroi e le eroine di un racconto interattivo, a partire dai nostri autoritratti. Una sorta di avatar di argilla che ci guiderà alla scoperta dei retroscena della narrazione interattiva e della clay animation attraverso la manualità.

IL SAPORE DEL BUIO
A cura di IRIFOR scs
Dai 6 anni

“Se guardi il buio a lungo, vedrai sempre qualcosa” scriveva il poeta William B. Yeats. E il buio parla, risuona e profuma. Il gruppo di The dark side on the road, che da diversi anni rende itinerante l’esperienza del buio, ci inviterà a sederci al tavolo del loro bar immerso nell’oscurità per conoscere la disabilità visiva, con i suoi limiti e le sue risorse, e a riscoprire così il potere degli altri sensi.  Un’esperienza sensoriale e di inclusione.