CHI SIAMO

EDUCA è un progetto culturale nato nel 2008 come evento annuale, campagna di sensibilizzazione dal 2015 e da quest’anno anche concorso rivolto alle scuole per rilanciare la riflessione sui temi educativi. EDUCA si rivolge a tutti coloro che non vogliono aderire passivamente al coro delle lamentele sulla crisi dell’educazione, sulla delegittimazione della scuola, sull’incapacità dei genitori di svolgere il proprio ruolo, sull’ingovernabilità dei bambini e degli adolescenti e sulla loro strutturale superficialità e irresponsabilità. EDUCA ha origine dalla consapevolezza sempre più condivisa che sia tempo di porre al centro dell’attenzione sociale e politica la questione educativa, in termini forti e propositivi. Una questione troppo lungamente trascurata o ridotta unicamente a preoccupante emergenza, a mero problema tecnico di istruzione e di trasmissione di contenuti o, peggio, a questione politico-ideologica.

L’EVENTO

Ogni anno il festival dell’educazione è una chiamata a confrontarsi e condividere interrogativi, esperienze e riflessioni. Dar vita ad EDUCA e organizzarla significa per gli enti promotori e per tutti coloro che vi aderiscono assumere pubblicamente un impegno continuativo perché alla crescente richiesta sociale di una “buona educazione” non si risponda con soluzioni contingenti e interventi estemporanei. L’evento è un’occasione per mettere in discussione i luoghi comuni e gli stereotipi che circondano l’educare e contribuire così a diffonderne l’essenza vitale: quella di un’avventura quotidiana, appassionante e creativa che rifiuta l’ingenuità, ma non la spontaneità, e la capacità del mettersi in dubbio.
EDUCA è un evento fondato sulla consapevolezza che l’educazione è una “questione seria” che richiede approcci rigorosi e rifugge ogni frettolosa improvvisazione o rassicurante abitudine, ma poiché investe tutti deve essere trattata con toni e modi accessibili.

IL COMITATO PROMOTORE

Roberto Ceccato

Sposato con 5 figli, laureato in economia politica, nell’attività professionale si è sempre occupato di istruzione e diritto allo studio. È stato Sovrintendente scolastico della Provincia di Trento e dirigente della Regione Lombardia nell’area sistemi educativi e università. Dal 2004 è dirigente in Provincia di Trento primo nei settori dell’istruzione e della formazione professionale, attualmente nel Servizio Scuola dell’Infanzia e Istruzione di primo grado

Azzolini Cristina

Cristina Azzolini

Già consigliere comunale a Rovereto, svolge oggi il ruolo di Vicesindaco e Assessore all’istruzione, formazione, ricerca e promozione delle pari opportunità del comune di Rovereto. Insegnante elementare in pensione dal 2013

PaolaVenuti

Paola Venuti

Professore ordinario di Psicologia Dinamica, afferisce al Dipartimento di Psicologia e Scienze della Cognizione, di cui da gennaio 2017 è la direttrice; insegna Psicopatologia Clinica e Psicologia Dinamica. È responsabile del Laboratorio di Osservazione Diagnosi e Formazione dove si svolgono attività di ricerca, diagnosi e trattamento dei disturbi dello sviluppo.
È Collaborative Investigator del National Institute of Child Health and Human Development (NIH Bethesda).
Ha pubblicato sulle principali riviste internazionali e nazionali e ha recentemente scritto un volume sul trattamento dei bambini autistici (Erickson, 2017) e uno sulla genitorialità (Il Mulino 2013)