ASPETTANDO EDUCA 2020

PROGRAMMA ASPETTANDO EDUCA 2020

Webinar di approfondimento in attesa del festival

Tutti gli eventi sono gratuiti.
I webinar sono trasmessi in diretta sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del festival educa.
Non è necessaria l’iscrizione.

La modalità di diffusione online dei contenuti non prevede il rilascio di attestato di partecipazione.

Segui le dirette su

  @Educa

 EDUCA il festival dell’educazione

29 OTTOBRE
webinar | 17.30 – 18.30

LE PANDEMIE NELLA STORIA
Con Guido Alfani, Enrico Valseriati
Modera Claudio Ferlan
In collaborazione con Fondazione Bruno Kessler

Le pandemie, una costante della storia umana, hanno trasformato le società in cui sono comparse e hanno cambiato o influenzato in modo decisivo il corso della storia dal tardo Medioevo sino ai giorni nostri. A partire dalla ricostruzione delle principali pestilenze che colpirono la Penisola nel corso dei secoli e le modalità in cui gli stati reagirono, cerchiamo di comprendere quali sono gli effetti sociali, economici e demografiche delle pandemie evidenziandone il loro impatto sulle diseguaglianze.

 

5 NOVEMBRE
webinar | 17.30 – 18.30

DIALOGHI SULL’EDUCARE
Con Silvia De Vogli, Francesco Profumo, Paola Venuti
Modera Jacopo Tomasi

Quale è il ruolo della scuola oggi? Come costruire un’alleanza educativa tra insegnanti e genitori? Quali sono le condizioni per garantire percorsi di crescita inclusivi? Quando e come l’innovazione tecnologica è un’opportunità formativa? Sono alcuni degli interrogativi affrontati nei dialoghi raccolti nel libro pubblicato in occasione dei 10 anni del festival EDUCA con alcuni fra i massimi esperti italiani: filosofi, sociologi, medici, psicoterapeuti dell’età evolutiva, esperti di neurosviluppo, cooperatori. Oggi dobbiamo aggiungere un nuovo capitolo? Quelle riflessioni rimangono valide anche dopo l’esperienza del Covid 19?

 

13 NOVEMBRE
webinar | 9.00 – 10.45
LA SFIDA DELLA FORMAZIONE DEGLI ADULTI
Con Piergiuseppe Ellerani, Silvia Sacchetti, Sergio Tramma
Introducono Laura Formenti, Paola Iamiceli, Piergiorgio Reggio
Modera Marcella Milana

In collaborazione con Fondazione Franco Demarchi, RUIAP – Rete Universitaria per l’Apprendimento Permanente, Dipartimento Istruzione e Cultura della Provincia Autonoma di Trento ed all’Università di Trento.

L’attuale emergenza Covid-19, incrementando la frequentazione di occasioni culturali nel web, ha confermato l’aumento da tempo in atto sui territori della formazione per adulti. La produzione di conoscenza è diventata globale, rapida e provvisoria e nel contempo situata, legata alle origini e alla storia dei luoghi. Un contesto che sfida oggi il sistema universitario italiano nella realizzazione della propria “terza missione” e le numerose esperienze di educazione non formale –  come le Università della terza età, degli adulti e popolari – a trovare identità adeguate e specifiche rispetto alle nuove forme di apprendimento.

 

13 NOVEMBRE
webinar | 11.00 – 13.00
LE PRATICHE DI EDUCAZIONE DEGLI ADULTI
Testimonianze dai territori
Modera Francesca Rapanà
Conclusioni Marcella Milana, Piergiorgio Reggio

in collaborazione con Fondazione Franco Demarchi, RUIAP – Rete Universitaria per l’Apprendimento Permanente, Dipartimento Istruzione e Cultura della Provincia Autonoma di Trento ed all’Università di Trento.

Le esperienze territoriali di educazione degli adulti costituiscono un patrimonio ingente che richiede, a più di 100 anni dalla nascita delle prime Università popolari, uno sforzo di rivitalizzazione. Attraverso testimonianze di esperienze territoriali differenti si proveranno ad individuare quali siano in una prospettiva di educazione permanente, le specificità dei processi di apprendimento e i nuovi elementi di qualità delle offerte formative.

BIOGRAFIE RELATORI

Guido Alfani
Professore ordinario di storia economica presso l’Università Bocconi. Si occupa prevalentemente di storia delle epidemie e delle carestie, di disuguaglianza economica e mobilità sociale nel lungo periodo. Ha pubblicato, assieme ad Alessia Melegaro, Pandemie d’Italia. Dalla Peste Nera all’Influenza Suina: l’impatto sulla società. (2010).

Silvia De Vogli
Da più di 15 anni si occupa di comunicazione pubblica e sociale. È responsabile dell’ufficio Comunicazione e cultura di Consolida, il consorzio della cooperazione sociale trentina. Cura progetti di informazione ed editoriali, e organizza eventi culturali su educazione, disabilità, salute e benessere nella terza età, lavoro e inclusione sociale per persone fragili. Dal 2008 coordina il Festival EDUCA. Ha curato, tra gli altri, il libro Dialoghi sull’educare (2019).

Piergiuseppe Ellerani
Professore associato di Pedagogia generale e sociale presso l’Università degli Studi del Salento. Svolge da anni attività di ricerca e formazione per lo sviluppo professionale degli insegnanti in Italia e in America Latina. Ha approfondito e sperimentato l’organizzazione di contesti cooperativi formali e non formali per l’apprendimento estesi dalle tecnologie e dai mondi digitali. Ha sviluppato modelli di progettazione didattica basati sulle competenze e sulla valutazione delle competenze.

Claudio Ferlan
Ricercatore presso l’Istituto Storico Italo-Germanico della Fondazione Bruno Kessler. Laureato in giurisprudenza e in storia del cristianesimo, dottore di ricerca in storia moderna, studioso della Compagnia di Gesù, si occupa di storia della cultura alimentare, con particolare riferimento alle missioni cristiane di età moderna, in Europa e nelle Americhe.

Laura Formenti
Presidente RUIAP

Simone Fornara
Professore in Didattica dell’italiano presso il Dipartimento Formazione e Apprendimento della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana. Si occupa da oltre quindici anni di formazione dei docenti di italiano di diversi ordini scolastici. Concittadino di Gianni Rodari, è autore di saggi, studi e manuali di linguistica e di didattica dell’italiano, oltre che scrittore di libri per l’infanzia.

Paola Iamiceli
professoressa di Diritto privato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trento e prorettrice per la didattica

Marcella Milana
Professoressa di Pedagogia Generale e sociale all’Università di Verona e consigliere della Ruiap

Francesco Profumo
Già ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è presidente della Compagnia di San Paolo e presidente della Fondazione Bruno Kessler.

Francesca Rapanà
Assegnista di Ricerca Università di Verona e membro consiglio di amministrazione della Fondazione Franco Demarchi

Piergiorgio Reggio
Presidente Fondazione Demarchi

Silvia Sacchetti
Professoressa presso il Dipartimento di Sociologia e ricerca sociale dell’Università di Trento

Jacopo Tomasi
Giornalista professionista, si occupa di comunicazione presso le Edizioni Centro Studi Erickson. Ha pubblicato libri in ambito sociale, con un’attenzione particolare al mondo della salute mentale cercando di raccogliere testimonianze ed esperienze su un argomento spesso fuori dalla luce dei riflettori.

Sergio Tramma
Docente di Pedagogia Sociale all’Università degli Studi di Milano-Bicocca, è impegnato in attività di ricerca, consulenza e formazione sul rapporto tra educazione e modernità, con particolare riferimento all’aumento di complessità e problematicità degli ambienti educativi. Dirige la collana I territori dell’educazione per Franco Angeli. Tra le sue pubblicazioni: Pedagogia della comunità. Criticità e prospettive educative, (2015), Pedagogia Sociale, (2018).

Enrico Valseriati
Enrico Valseriati è PhD in Storia moderna. Si occupa principalmente di dissenso politico e di storia culturale, con particolare riferimento alla Repubblica di Venezia tra XV e XVI. Da settembre 2019 è fellow dell’Istituto Storico Italo-germanico in Trento della Fondazione Bruno Kessler, nell’ambito del progetto internazionale Public Renaissance: Urban Cultures of Public Space between Early Modern Europe and the Present (PURE). Autore e speaker del podcast Epidemie nel tempo, ha pubblicato, tra gli altri, il libro Tra Venezia e l’Impero. Dissenso e conflitto politico a Brescia nell’età di Carlo V, Milano, FrancoAngeli, 2016.

Paola Venuti
Direttrice del Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive dell’Università di Trento e responsabile del Laboratorio di Osservazione Diagnosi e Formazione. La sua attività di ricerca è rivolta allo studio dello sviluppo normale e patologico, con particolare attenzione all’individuazione degli indicatori precoci dei disturbi dello spettro autistico.