2016 – LIBERTA’ E REGOLE

VII edizione

La cultura occidentale si basa sul valore della libertà inevitabilmente legata alla definizione di regole, concetti sui quali hanno riflettuto per secoli filosofi, letterati e religiosi. Valori per i quali hanno combattuto migliaia di donne e uomini. Idee fondanti del vivere comune che oggi rischiano di essere date per scontate. Le notizie che appaiono tutti i giorni sulla stampa dimostrano invece che non sono affatto condizioni garantite a tutti, né assicurate in ogni situazione del vivere e in ogni parte del mondo. Il rischio poi è che oggi siano percepiti come elementi astratti e distanti: il significato che si dà a libertà e regole impatta invece sulla vita quotidiana, si manifesta nelle esperienze familiari, dentro la scuola, al lavoro, nei contesti associativi e nella comunità.
Libertà e regole riguardano l’io e il noi, noi e il mondo; le relazioni tra uomini e donne, tra culture e religioni diverse, il rapporto con la natura, l’economia, la spiritualità, la giustizia e la democrazia. Il contesto divenuto globale – globalità che si vive anche nella prossimità: nei paesi, nei quartieri in tutti i contesti sociali –  richiede oggi di interrogarsi nuovamente sul loro significato e di farlo in chiave educativa perché queste parole  esprimono la visione del mondo e dell’altro.